Chiedo scusa in anticipo per il titolo, detto così sembra che io alluda implicitamente al fatto che qualcun’altro le ali non le indosserà mai. Davvero non lo penso. E’ però un dato di fatto che alcuni di noi, per divinazione o per un misterioso capriccio del caso, affrontano la vita con una diversa abilità: la leggerezza.

Vi prego, non pensate che stia per riciclare qualche pensiero logoro sulla leggerezza esistenziale o sulla leggerezza poetica di Calvino de: “le lezioni americane”. Sono concetti formidabili che chiunque ha discusso e analizzato a suo tempo, io parlo di leggerezza empirica.

Durante una delle nostre ultime performance, come di consueto caratterizzate da un’interazione diretta tra i Dummies e i presenti, mi sono ritrovato con una giovinetta sulle ginocchia, in posa per farsi fotografare con noi (in realtà tecnicamente era sulle ginocchia di Swanny Dummy, dal momento che il mio corpo è in prestito). Pur desiderando di farsi ritrarre con noi, la ragazza era imbarazzata da quell’atto così intimo di sedere sulle ginocchia di uno sconosciuto. “Magari c’è un bel ragazzo sotto maschera”, ha detto a voce alta, porporandosi in volto. Poi, ha spinto il suo imbarazzo oltre il livello di guardia, sbirciando sotto la maschera: “Ma è un vecchio?! Come è possibile?”

IMG-20170728-WA0001Come è possibile? … Credetemi, non è una convinzione alla quale mi aggrappo come un naufrago che raggiunga una ciambella gonfiabile (con tanto di testa di paperella), ne sono convinto: i miei 47 anni e la vecchiaia non hanno niente in comune. Però comprendo lo stupore della ragazzina che, sbirciando sotto la maschera, ha intravisto una barba brezzolata incolta, ma ho equivocato la natura del suo stupore. Più tardi, durante il mio turno di pausa l’ho incontrata di nuovo, senza maschera: “Sei davvero tu Swanny Dummy?!” “In che modo ti stupisce?”, le ho chiesto. “Siete pieni di energia e leggeri come personaggi di un fumetto… credevo che foste giovani. Io studio danza ma… insomma… voi siete leggeri davvero” (un discreto regalo per il mio ego, lo ammetto). 🙂

In verità ci capita spesso quando ci presentiamo per la prima volta senza maschera: c’è sempre un impercettibile disappunto disegnato nel volto di chi ci stringe la mano, come se fosse una sorpresa scoprire che i Dummies sono over 40. Beh… lo siamo, inevitabilmente, ma da sempre fuggiamo la gravità terrestre e forse per questo la muscolatura e i tessuti sono abituati alla leggerezza del vuoto astrale. Ale, Gigi e io, che ormai da tempo ci presentiamo come “i vecchietti mascherati”, non abbiamo un peso specifico comune, siamo a massa 0. Forse per incoscienza, forse per un dono, forse il crollo arriverà come a Gerico con uno squillo di trombe, ma finchè presteremo i nostri corpi ai Dummies, resteremo leggeri.

Qualcuno nasce con le ali, qualcuno no e qualcuno è leggero anche senza volare.

IMG-20170728-WA0000

Le foto ritraggono i “vecchietti unmasked”. In ordine di apparizione: Fede, Gigi, Ale. The Dummies love you!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...